Comunicati · Documento · Rassegna stampa

Perchè si viene assunti come lavoratore stagionale?

Gli stagionali sono lavoratori assunti dalle aziende che per motivi legati alla stagionalità del territorio non hanno la possibilità di garantire al dipendente un’occupazione per tutto l’anno, per questo non si applicano le limitazioni previste dal contratto a tempo determinato acasuale previsto dal D.L. 34/2014 ( 36 mesi fino a un massimo di 5 rinnovi), infatti l’art. 19, comma 2, del dlgs n. 81/2015  dice che:

Fatte salve le diverse disposizioni dei contratti collettivi, e con l’eccezione delle attività stagionali di cui all’articolo 21, comma 2, la durata dei rapporti di lavoro a tempo determinato intercorsi tra lo stesso datore di lavoro e lo stesso lavoratore, per effetto di una successione di contratti, conclusi per lo svolgimento di mansioni di pari livello e categoria legale e indipendentemente dai periodi di interruzione tra un contratto e l’altro, non può superare i trentasei mesi.

Questo perchè nell’art.10 comma 7 lettere b,c del  Dlgs 368/2001 viene dettagliatamente chiarito che:

Dlgs 368/2001
7. La individuazione, anche in misura non uniforme, di limiti quantitativi di utilizzazione dell’istituto del contratto a tempo determinato stipulato ai sensi dell’articolo 1, comma 1, e’ affidata ai contratti collettivi nazionali di lavoro stipulati dai sindacati comparativamente piu’ rappresentativi. Sono in ogni caso esenti da limitazioni quantitative i contratti a tempo determinato conclusi:
b) per ragioni di carattere sostitutivo, o di stagionalita’, ivi comprese le attivita’ gia’ previste nell’elenco allegato al decreto del Presidente della Repubblica 7 ottobre 1963, n. 1525, e successive modificazioni;
c)per l’intensificazione dell’attività produttiva dell’azienda in alcuni periodi dell’anno.

La categoria e la peculiarità del lavoratore stagionale è  già definita non c’è bisogno di crearla o individuarla, infatti è per gli stagionali che sono state istituite sia  la INDENNITA’ DI DISOCCUPAZIONE ORDINARIA REQUISITI NORMALI che la REQUISITI RIDOTTI poi sostituita prima con la ASPI e MINIASPI e poi con la NASPI , per garantire anche alle nuove figure di lavoratori precari un’ammortizzatore sociale con requisiti di accesso meno stringenti. Allora perchè hanno dimezzato l’ammortizzatore ai lavoratori stagionali lasciando però intatto l’ammortizzatore sociale per un’altra categoria di stagionali, cioè gli agricoli?

DSONon mi dite che anche loro non hanno le stesse casistiche di truffa di lavoro in nero, stranieri che tornano nel loro paese, disoccupati che svernano in Thailandia? Poi se è vero che è possibile allungare la stagione in alcune aree è vero anche che è possibile coltivare i pomodori anche in serra, ma non ci sarà mai sia nel primo caso che nel secondo la possibilità di impiegare tutta la forza lavoro che si impiega nei 3 mesi invernali , per quanto riguarda il turismo piuttosto che a luglio / agosto per la raccolta dei pomodori e cosi’ vale per tutti i settori  –spettacolo, industria alimentare , amministrazioni pubbliche locali, turismo, commercio– dove le aziende assumono per motivi legati alla stagionalità del territorio.

Per questo è inutile che cercano di convincerci che ci meritiamo la NASPI!

RIDOTTI

 

 

 

 

Rivogliamo L’INDENNITA’ DI DISOCCUPAZIONE ORDINARIA REQUISITI NORMALI E REQUISITI RIDOTTI con queste modifiche:

A CHI SPETTA

ai lavoratori assunti:

-per ragioni di carattere sostitutivo, o di stagionalita’, ivi comprese le attivita’ gia’ previste nell’elenco allegato al decreto del Presidente della Repubblica 7 ottobre 1963, n. 1525, e successive modificazioni;

-per l’intensificazione dell’attività produttiva dell’azienda in alcuni periodi dell’anno.

LA DURATA:

-il periodo massimo indennizzabile è di 6 mesi sia per l’indennità di disoccupazione ordinaria requisiti normali e che per la requisiti ridotti

Si lasciano invariati i requisiti di accesso :

52 settimane di contribuzione negli ultimi due anni per la requisiti normali

78 giorni nell’anno solare per la requisiti ridotti

 

Annunci

One thought on “Perchè si viene assunti come lavoratore stagionale?

  1. Per ottenere qualcosa purtroppo bisogna – nella trattativa – cedere qualcosa. Lo stagionale rinunci alla maturazione delle ferie (tanto di ferie forzate ne ha già tante, mesi e mesi) e spinga per ottenere maggiori ammortizzatori sociali. Il problema è il solito : il dipendente costa troppo rispetto a quello che guadagna, perché nella massa di contributi che il datore di lavoro deve pagare (che non ha pari in Europa) ci sono ammortizzatori sociali (indennità, maternità etc) ormai non più sostenibili. Uno stagionale del commercio da 14 mensilità, più un mese di ferie, più accumula un mese di liquidazione. Totale 16 mensilità , costo per il datore circa l’equivalente di 30 mensilità. Esempio: 1000 euro al mese di stipendio, 16mila di incasso, costo all’azienda 32-33mila. Anche un bambino capisce che è insostenibile.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...