Documento

DIFFERENZA TRA REDDITO DI CITTADINANZA E STIPENDIO

foto di Marco Natali OCCCA

FFoto marco natali Ho

Articolo 36 della Costituzione, la retribuzione deve essere proporzionata e sufficiente: tale norma, infatti, sancisce solennemente che “il lavoratore ha diritto a una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa”.

PUO’ ESSERE CREDIBILE SOSTENERE CHE UNA PERSONA CHE VIVE IN AFFITTO E PRENDE 780 EURO AL MESE DI REDDITO DI CITTADINANZA RIFIUTI UN CONTRATTO DI LAVORO DI 40 ORE LAVORATIVE A SETTIMANA CON GIORNO DI RIPOSO CHE INCLUSE LE DETRAZIONI DA LAVORO DIPENDENTE, LA 13, LA 14 E IL TFR PERCEPIREBBE 1456 EURO NETTI AL MESE? GLI IMPRENDITORI CHE SI LAMENTANO IN TV DI NON TROVARE PERSONALE OFFRONO, COME LORO STESSI TRA L’ALTRO SENZA RITEGNO STANNO DICHIARANDO NELLE INTERVISTE ,TRA LE 900 E I 1200 EURO AL MESE. SENZA CONSIDERARE CHE NELLA RISTORAZIONE E NELLE STRUTTURE ALBERGHIERE IL GIORNO DI RIPOSO NON ESISTE E NON VENGONO RISPETTATE LE 40 ORE SETTIMANALI

A dimostrazione di quanto sostengo di seguito illustro il calcolo dello stipendio di un cameriere

Il livello di retribuzione minima LORDA del contratto dei PUBBLICI ESERCIZI è il seguente:

STIPENDIO BASE 1440 €

rateo mensile di 13°/14° (1440/12X2)= 240 €

TOTALE Lordo mensile 1680 €

CONTRIBUTI PREVIDENZIALI A CARICO DEL DIPENDENTE 9% DI 1680 EURO = 155 €

CALCOLO IRPEF 1680-155= 1525 – 23%=350€

TRATTAMENTO INTEGRATIVO 100 €

DETRAZIONI LAVORO DIPENDENTE 100 €

STIPENDIO NETTO 1525-350+100+100=1375 €

TFR NETTO 106 – 23% =81 €

STIPENDIO TOTALE NETTO MENSILE

1375+81=1456 EURO

DIFFERENZA CON IL RDC

Come viene determinato il Reddito di cittadinanza

Il beneficio economico si compone di due parti:

  • una integra il reddito familiare fino alla soglia di 6.000 euro moltiplicati per la scala di equivalenza (7.560 euro per la Pensione di cittadinanza),
  • l’altra, destinata solo a chi è in affitto, incrementa il beneficio di un ammontare annuo pari al canone di locazione fino ad un massimo di 3.360 euro (1.800 euro per la Pensione di cittadinanza). È prevista anche una integrazione per famiglie proprietarie della casa di abitazione, laddove sia stato acceso un mutuo: in questo caso l’integrazione, pari al massimo alla rata del mutuo, non può superare 1.800 euro.

L’importo complessivo, sommate le due componenti, non può comunque superare i 9.360 euro annui (780 euro mensili), moltiplicati per la scala di equivalenza e ridotti per il valore del reddito familiare.

Come si calcola l’integrazione del reddito familiare

L’importo effettivamente erogato dipende dagli altri trattamenti assistenziali e dai redditi eventualmente percepiti dalla famiglia. Il nucleo familiare ha quindi diritto al beneficio massimo solo nel caso in cui non percepisca trattamenti assistenziali e altri redditi rilevati nell’ISEE.

La scala di equivalenza è pari ad 1 per il primo componente del nucleo familiare ed è incrementata di 0,4 per ogni ulteriore componente di età maggiore di anni 18 e di 0,2 per ogni ulteriore componente minorenne, fino ad un massimo di 2,1, elevato a 2,2 in presenza di componenti in condizione di disabilità grave o non autosufficienza.

Tabella: Integrazione reddituale massima in base alla composizione familiare

Un pensiero riguardo “DIFFERENZA TRA REDDITO DI CITTADINANZA E STIPENDIO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...